Kali/Arnis/Escrima Milano

Impara l’uso del coltello. Se ti troverai disarmato ne conoscerai la pericolosità e aumenterai le tue possibilità di sopravvivere.”
Vecchio insegnamento dei Maestri filippini

Kali, il termine oggi più popolare, si deve all’enorme opera di diffusione fatta in tutto il mondo dal maestro Dan Inosanto, e significa “corpo in movimento”. In realtà si tratta di un’arte guerriera specializzata nell’uso delle armi bianche (bastoni e lame di vario tipo), dalle quali vengono estrapolate efficaci tecniche di combattimento anche a mani nude.

“A dimostrazione della praticità di questa completa disciplina del combattimento, conosciuta anche come Arnis, Escrima o Eskrima, il fatto che molte Forze speciali militari e di polizia negli Usa studiano le sue tecniche ritenendole efficaci al loro scopo.”

Le tecniche a mani nude per disarmare un avversario armato di bastone o coltello raggiungono con il Kali una specializzazione che difficilmente si trova in altre discipline. Questo è uno dei motivi che ha portato il Kali ad essere incluso tra i sistemi di combattimento studiati nei programmi “hand to hand combat” dei corpi speciali militari (Navy Seals, Marines, Rangers), così come nelle tecniche operative di polizia (SWAT Team) e agenzie federali (FBI).

Nel Kali ogni movimento ha un significato. La pratica a vuoto è ridotta al minimo indispensabile a vantaggio di quella in coppia . Con il compagno d’allenamento di fronte, aumentando gradualmente la velocità e intensità degli attacchi per mantenere la sicurezza, l’apprendimento si fa più rapido. Già nel primo anno di pratica si aumenta la propria confidenza di fronte ad un attacco disarmato e armato .

Fin dalla prima lezione impugnerai il bastone o il coltello d’allenamento . Il Kali prevede la pratica con svariate armi tradizionali (vedi le 12 specialità dell’Inosanto Lacoste System ). Tra queste la più popolare è il bastone corto, usato da solo (solo baston), in coppia con un altro bastone della stessa dimensione (doble baston), o con un coltello (baston y daga). Le tecniche di bastone e coltello o “spada e daga”, generalmente riservate ai praticanti avanzati, sono l’eredità della cultura schermistica spagnola lasciata ai Filippini durante il periodo coloniale.

“Nel Kali filippino rivivono, opportunamente adattate alle armi locali, le tecniche di scherma antica praticate dai maestri europei, spagnoli ed italiani in particolare. I nostri cavalieri e spadaccini non avevano nulla da invidiare ai guerrieri orientali, inclusi i tanto blasonati samurai.”

I maestri del Vecchio continente hanno portato la scherma ad un livello altissimo. Purtroppo l’arrivo delle armi da fuoco ha ridotto questa tradizione a una disciplina sportiva. Il Kali invece mantiene intatto il suo sapore di arte guerriera , nata per la sopravvivenza in un Paese meraviglioso ma ricco di conflitti.

L’arte marziale filippina permette di estrapolare dall’uso del bastone e del coltello il maneggio di qualsiasi oggetto occasionale (giornale arrotolato, ombrello, penna, agenda, asciugamano, eccetera) a scopo difensivo . Il Kali è considerato uno dei metodi di difesa personale più realistici: grazie alla conoscenza dell’uso delle armi bianche se ne apprendono la pericolosità e così anche le strategie difensive.

“Il Kali si propone come una disciplina completa. Grazie all’allenamento con suoi caratteristici strumenti, quali un bastone in rattan o un coltello, permette di sviluppare qualità come la coordinazione motoria di entrambi i lati del corpo (per esempio quando si impiegano due bastoni), rapidità di riflessi, grande tempismo e percezione-sensoriale.”

Non tutte le scuole le insegnano, ma nel sistema di autodifesa delle Filippine esistono anche tecniche di combattimento a mani nude. Seguendo le stesse traiettorie dell’arma tutte le parti del corpo diventano bastoni o coltelli . Quest’arte nell’arte include anche leve articolari e sbilanciamenti dell’avversario, fino a confondersi con una disciplina fortemente connessa alla “cultura malese”, il cosiddetto Silat o Pencak-silat , che nella nostra Scuola è riservato agli allievi di Fase 2.

Praticando il nostro programma apprenderai il Kali, Arnis o Escrima, nella forma orginale e a tuttotondo. Quindi, non una sintesi frettolosa di tecniche di bastone a complemento di quelle a mani nude di una qualsiasi altra disciplina. Proponiamo il Kali come un’arte della sopravvivenza completa di tutti i suoi aspetti tecnici , culturali e filosofici . Un patrimonio familiare che nelle Filippine viene ancora trasmesso di padre in figlio insieme ai valori importanti della vita.

Prendi ora una decisione che potrà cambiare qualcosa nella tua vita. Entra a far parte della nostra famiglia. Se hai figli e hai condiviso quello che hai letto, ricordati del nostro speciale corso per bambini Little Dragons. Il programma di Jeet-kune-do è stato adattato ma i valori della nostra Scuola vengono trasmessi anche ai più piccoli.

Potresti imparare anche
Leave Comment